Olek naffa

Io grande maga e fattucchiera magia bianca e magia nera aggio sprecato su sta schiera
Io song’ a dea onnipotente disturbata ogni momento dalli guai de chesta ggente
Mo n’incantesimo è bastato lu vegliardo s’è scitato questa nun l’ha contentato
e poi chill’altro smidollato ‘n miezzo a o’ mare s’è purtato pure ll’altro ‘nnamurato

É nu briccone patentato mo l’ha visto sto’ teatro nu furfante matricolato
co’ sto scagnozzo disgraziato co tutti i guaj ca s’è ‘nventato chesta gent’ha rovinato
mo je facemmo sta maggia venga qua vossignoria pace e bene e così sia
se questo velo metto qua come un tempo te fa turnà se te piace de giocà

Olek Naffa sciub sciub Olek Naffa sciub sciub
Olek Naffa relb relb Olek Naffa relb relb
Olek Naffa inox ulreb

Tu pe sta guerra da coglioni ha’ mbrogliato le raggioni soldi fede e religioni
e mo te credi che pe’ tte caccio fuori o piffariè n’è la fiera e mastrandrè
mo vire sta corona qua tu non la può chiù porta bella fine je vo fa fa
hai da notà fino a Bastia cercà tutta a Normandia pe’ riavè la signoria

Olek Naffa sciub sciub Olek Naffa sciub sciub
Olek Naffa relb relb Olek Naffa relb relb
Olek Naffa inox ulreb       

 

Uno spettacolo entusiasmante, esilarante e fantasioso che ha già trovato grande consenso presso ogni tipo di pubblico. Lo spettacolo-musical è ambientato nella cornice giocosa e favolistica di un teatro di pupi siciliani. Il tema dell’incontro-scontro tra civiltà occidentale e orientale viene proposto in una prospettiva originale e ironica che prende spunto dai legami amorosi tra pagani e cristiani presenti nell’epica cavalleresca rinascimentale.

Iscriviti

Scrivi la tua e-mail nel campo qui sotto per essere aggiornato sul nostro spettacolo

Casella mail iscriviti