Fimmina Tu

Fimmina tu si nu giaiddinu
Nu ciuri russu ciavurusu
Vasu ri vientu ruci ruci
Ca u' rrisu a nu salici scuci

Fimmina tu si na mmarina
Na tremula luci ri lampara
Perla ri sirieno ianca luna
Cunchigghia ca rrapi a nuttata

Fussi nu vientu iatu iatu
Ca mai t'avissi canusciutu
'Nte labbra tua saria assittata
Rintra i to vrazza addummisciuta

Si fussi acqua sciumi o mmari
Fuggissi di ttutti i ccatini
Na manu tua m'avria pigghiatu
Cu 'ttia scapparia 'nta nuttata

Fimmina tu si rr'uoro finu
Ra reggia ru rre chiù ppreziusa
Ri tuttu u munnu si unurata
Chiù biedda re ttutte i reggine

Si fussi fatta r'uoru finu
T'avissi scittu encatenatu
Tu, pietra d'Africa puittata
E mai t'avissi chiù lassato

 

DONNA, TU

Donna, tu sei un giardino
Un fiore rosso profumato
Un bacio di vento così dolce
Che anche dal salice scuci un sorriso

Donna, tu sei la distesa del mare
Una luce tremante di lampara
Perla di rugiada bianca di luna
Conchiglia che schiude la nottata

Anche se fossi un vento veloce
Che ti avesse conosciuto,
Me ne starei sulle labbra tue, seduta
Addormentata tra le tue braccia

Se fossi acqua, fiume o mare
Fuggirei da ogni catena
Afferrerei la tua mano
Per fuggire insieme a te nella notte

Donna tu sei d'oro fino
Più preziosa della reggia di un re
Ammirata da tutto il mondo
Più bella di ogni regina

Se fossi fatta d'oro fino
T'avrei incatenato stretto
Come una pietra preziosa
Mai più ti avrei lasciato
 

Uno spettacolo entusiasmante, esilarante e fantasioso che ha già trovato grande consenso presso ogni tipo di pubblico. Lo spettacolo-musical è ambientato nella cornice giocosa e favolistica di un teatro di pupi siciliani. Il tema dell’incontro-scontro tra civiltà occidentale e orientale viene proposto in una prospettiva originale e ironica che prende spunto dai legami amorosi tra pagani e cristiani presenti nell’epica cavalleresca rinascimentale.

Iscriviti

Scrivi la tua e-mail nel campo qui sotto per essere aggiornato sul nostro spettacolo

Casella mail iscriviti